venerdì 19 agosto 2016

Le chicche: l'olio di cocco dalle mille proprietà!

Buongiorno a tutti.
Oggi ci tengo in modo particolare a parlarvi dell'olio di cocco.
Vedremo da dove deriva, come viene estratto e i vari tipi di olio di cocco esistenti, come utilizzarlo in cucina e in cosmesi e vi darò qualche consiglio pratico.
Iniziamo subito!




Le piante di cocco sono molto presenti nelle zone tropicali in Africa, Asia e America Latina, ed è proprio da qui che viene lavorato.
L'olio di cocco si ottiene per spremitura della polpa essiccata della noce di cocco. Ci sono però due distinzioni da fare, esiste infatti l'olio di cocco puro (vergine), il quale non ha subìto nessun processo chimico per l'estrazione, mantenendo quindi intatti profumo, sapore e proprietà. C'è poi l'olio di cocco raffinato, ricavato dalla polpa della noce di cocco attraverso processi chimici che ne cancellano profumazione e sapore, togliendo anche componenti come proteine, ma non gli acidi grassi.
L'olio di cocco è un olio ricchissimo di acidi grassi saturi, principalmente l'acido laurico, componente indispensabile per l'uomo che si trova nel latte materno, e in alcuni cibi, primo fra tutti proprio l'olio di cocco. Altri acidi grassi sono quello caprinico, caprilico e caprico.

PROPRIETA' DELL'ACIDO LAURICO:
Questo acido grasso saturo ha la capacità di elevare il livello di colesterolo buono (HDL) e di ridurre il colesterolo cattivo (LDL). Previene inoltre malattie del fegato, dei reni, aiuta contro la formazione di calcoli, controlla il livello di colesterolo nel sangue, la pressione arteriosa e gli zuccheri nel sangue. L'acido grasso laurico viene considerato quello più digeribile per l'uomo.

PROPRIETA' E USI DELL'OLIO DI COCCO:
L'olio di cocco è un olio dalle mille proprietà e dai mille utilizzi.
E' un importante antimicrobico utilizzabile anche come anti-pidocchi e per curare infezioni fungine.
Ha proprietà ammorbidenti e idratanti ma non occlude la pelle, può essere quindi utilizzato anche su zone delicate come il contorno occhi.
Quest'olio, se ingerito, aiuta l'assorbimento delle vitamine liposolubili, apporta benefici al cervello, rafforza il sistema immunitario, mantiene la pelle sana e giovane, aiuta il cuore a rimanere in salute, rinforza e accelera il metabolismo, quindi è adatto a chi cerca di perdere peso
L'olio di cocco, grazie all'elevata presenza di acido laurico, è adatto anche ai neonati, soprattutto se prematuri o sottopeso, perché facilmente assimilabile.

UTILIZZI IN CUCINA:
L'olio di cocco consigliato per l'uso alimentare è quello vergine, meglio se biologico. Può essere assimilato puro, spalmato semplicemente su delle fette di pane, oppure per condire i vostri piatti. E' un olio ideale per tutti i tipi di cottura (anche quelle elevate), in quanto non si deteriora. E' un olio che si presenta solido come il burro in inverno, ma che attorno ai 20° diventa liquido, proprio come un olio. Può essere conservato fuori dal frigo in quanto deteriora molto difficilmente. Può essere utilizzato per preparare i vostri dolci, semplicemente sostituendolo al grasso solitamente utilizzato, in proporzioni minori (es. se usavate 100g di olio di girasole, sostituite con 75g di olio di cocco.)

UTILIZZO IN COSMESI:
L'olio di cocco, come già detto, ammorbidisce la pelle rendendola più elastica; può essere quindi applicato come crema viso per la notte (ricordiamo che si parla comunque di un olio che va lasciato idratare prima di essere ben assorbito). E' un olio leggero, adatto quindi a tutti i tipi di pelle e a tutte le zone del viso, comprese labbra e contorno occhi. Può essere utilizzato anche per ammorbidire le cuticole, massaggiandone un po', nutrendo le zone secche.
Altri usi possibili sono lo scrub per viso e corpo, mescolando l'olio di cocco a zucchero di canna o caffè, a seconda dell'azione che vi interessa, può essere utilizzato come struccante, semplicemente imbevendo un batuffolo di cotone con l'olio e passarlo sulla zona da struccare, oppure come antirughe.
E' un grande alleato per i nostri capelli, soprattutto in estate, in quanto ha un fattore di protezione molto alto, quindi protegge i capelli dal sole idratandoli e rendendoli morbidi e profumati. Può essere utilizzato al mare, inserito in uno spruzzino che ne aiuta l'applicazione, spruzzato sulle punte dopo il bagno per proteggerli da sole e salsedine, oppure dopo le vacanze come impacco ravvivante. Basterà inumidire i capelli e applicare l'olio su punte e radici massaggiando per far penetrare bene il prodotto. Lasciate in posa da 30 minuti, a un'ora, e se potete anche tutta la notte, per ottenere risultati straordinari.

CURIOSITA':
Non sapete come disinfettare il vostro tagliere di legno? Utilizzate l'olio di cocco, che grazie alle proprietà antibatteriche farà un ottimo lavoro!

Se non sapete come togliere gomme da masticare dalle superfici, usate l'olio di cocco, anche su capelli e tappeti.


Io spero che questo post vi sia piaciuto e vi sia stato utile in qualche modo. fatemi sapere i vostri pareri, io vi aspetto al prossimo post!
Un abbraccio
Sabrina 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...