giovedì 23 luglio 2015

Gli inviti al matrimonio

Buongiorno a tutti! Come state?

Oggi finalmente vi mostro gli inviti che ho realizzato per il matrimonio di mia sorella!
La richiesta è stato un invito diverso dal solito, divertente, simpatico, ma dal profondo significato.
E' stato un piacere poter realizzare un invito così originale! Ho scelto però di crearlo a computer, stampandolo semplicemente su un cartoncino spesso (140g)



Ecco qui l'immagine dell'invito fatto! Come ben si vede non sono altro che due ragazzi vestiti da sposo e sposa, che si tengono per mano, camminando verso una piccola chiesetta. In alto al centro dell'invito, la scritta "Ci sposiamo" affiancata da dei cuoricini rossi, annuncia il significato dell'invito.
Non è un tripudio di colori perché tutto è concentrato sul significato del biglietto stesso. Padroneggiano il bianco, il nero e qualche particolare di rosso dà un po' di colore qua e la!


In questa foto voglio mostrarvi gli sposini: li ho disegnati seguendo poche e semplici linee, mantenendo l'invito pulito e semplice. I piccoli dettagli rossi rendono, secondo me, il tutto più elegante e romantico.


Qui potete vedere la chiesa, anch'essa disegnata con poche linee. Il fatto d'avere scelto una piccola chiesetta piuttosto che una maestosa, deriva dalla scelta del significato che gli sposi hanno voluto dare a questo invito: gli sposi si tengono per mano e stanno facendo un percorso di vita assieme: lo sposo sta accompagnando la sposa in chiesa. Manca ancora del tempo però perché questo percorso arrivi al termine, per questo la chiesetta è piccola, come se si vedesse in lontananza! E' una piccola chiesetta di campagna, come lo sarà realmente nel matrimonio.
La scritta "Ci sposiamo" padroneggia sul biglietto e rimane ferma durante tutto il percorso degli sposi, come rimane ferma l'idea di voler intraprendere assieme questo percorso, fino ad arrivare alla meta.


Dico che la scritta rimane ferma, perché, come si vede in questa foto, aprendo il biglietto, tirando quindi la seconda parte dell'invito, gli sposi arrivano alla chiesetta, e quindi alla meta. Diventando marito e moglie, diventano una cosa sola: ecco perché il monogramma I, E unito da un cuore. Le due iniziali degli sposi si fondono, come le loro vite da ora in poi.


Aprendo il cartoncino, dove in un primo momento si leggono le due iniziali, c'è la partecipazione degli sposi al rito del matrimonio alla chiesa, e l'invito al ricevimento in ristorante. Per motivi di privacy ho oscurato le scritte.

CURIOSITÀ: Sapete la differenza tra partecipazione e invito?
Dare ad una persona la partecipazione, vuol dire invitarla alla celebrazione del matrimonio in chiesa. Dare invece l'invito, significa chiedere alla persona di partecipare anche alla festa in ristorante.

Che ne pensate di questi inviti originali? Vi piacciono? Fatemelo sapere commentando nel mio blog http://auguriamo.blogspot.it, oppure su facebook Auguriamo Blogspot, su Pinterest Sabrina Mazzon Auguriamo, su Instagram #auguriamosabry, e su Twitter AuguriamoSabry!

Alla prossima!
Sabrina









Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...